28 Agosto 2015

Porto Lab: LSCT apre le porte in occasione della Festa della Marineria

Il porto della Spezia apre ancora una volta le porte alla città, questa volta in occasione della "Festa della Marineria", un evento biennale, caratterizzato da mostre, buon cibo, incontri e approfondimenti, laboratori e iniziative per i più giovani.

 

In occasione della Festa della Marineria 2015 il porto della Spezia apre ancora una volta le porte alla città. La Festa della Marineria è un evento biennale, organizzato dal Comune e dall’Autorità Portuale della Spezia, con la collaborazione di MySpezia e della Marina Militare Italiana; anche quest’anno la festa sarà caratterizzata da mostre, buon cibo, incontri e approfondimenti, laboratori e iniziative per i bambini.

Il Gruppo Contship Italia partecipa alla festa con Porto Lab, progetto sviluppato anche grazie al contributo dell’Autorità Portuale di La Spezia, che in 10 anni ha portato più di 5000 alunni delle scuole della provincia di la Spezia all’interno del porto, trasformando ad ogni visita il terminal in un laboratorio a cielo aperto, dove giocare e scoprire di più sulla geografia, la storia, le lingue e le culture straniere, la matematica e tante altre materie studiate in classe, per un giorno affrontate da una prospettiva diversa.

In occasione della Festa della Marineria, eccezionalmente, tutti potranno salire sulle navette bus che partiranno venerdi 28, sabato 29 e domenica 30 Agosto – dalle 17 alle 20 – da Viale Italia, per raggiungere e visitare il terminal spezzino, accompagnati dai tutor del progetto Porto Lab. 

                                                   
Per info: www.portolab.it oppure scrivete a portolab@contshipitalia.com

 

Potrebbe interessarti anche...

  • Storie
    13 Maggio 2019

    PORT DAYS 2019

  • Porto Lab - Special Edition - Bimbi in Ufficio
    Storie
    8 Giugno 2016

    Contship apre le porte dei terminal ai partner del progetto Porto Lab

  • LSCT Salvadori Exibit 2016
    Storie
    26 Marzo 2016

    LSCT: il porto e la città in mostra con le foto di Igo Salvadori